AFGHANISTAN, DEIANA (RC-SE); SINISTRA COSTRUISCA OPPOSIZIONE SOCIALE ALLA GUERRA

L’Italia entrerà in guerra, nessuno si opporrà e questo sarà solo l’inizio. Elettra Deiana, esponente di Rifondazione comunista-SE, vice presidente della commissione Difesa alla Camera nella scorsa legislatura commenta così le dichiarazioni del ministro Frattini in riferimento ad un maggior impiego delle truppe italiane in Afghanistan.

Appena insediato – accusa Deiana – il ministro Frattini ha subito tranquillizzato la Nato e gli Stati Uniti in merito alla sudditanza dell’Italia rispetto alle direttive di Washington. Il miagolio che proviene dal Pd non riuscirà a contrastare questa nuova ondata guerrafondaia che, dopo l’esperienza irachena, rischia di portare con sé nuovi e drammatici dolori per gli italiani. La scomparsa della sinistra dal Parlamento ha spianato la strada a quanti, come Frattini e La Russa, non vedono l’ora di mostrare i muscoli e spedire i nostri militari sui fronti della guerra preventiva di Bush.

Amiche se fuori dal Palazzo, la sinistra costruirà la sua opposizione sociale alla guerra – conclude- non mancherà di far sentire la sua voce.

Roma, 26 maggio 2008

Share Button

Comments are closed.