ARMAMENTI, DEIANA (SA); L’ITALIA STA ENTRANDO IN GUERRA?

Ma l’Italia sta entrando in guerra? La domanda, ironicamente rivolta al governo da Elettra Deiana esponente della Sinistra Arcobaleno e vice presidente della commissione Difesa alla Camera, si riferisce al parere chiesto oggi alla commissione Difesa, a camere sciolte, per l’acquisto di due sommergibile di ultima generazione gli U-212 di seconda serie. Si tratta  del fiore all’occhiello della tecnologia bellica che fa il paio con altre spese similari, come quella ultima di 4 velivoli “senza pilota” MQ-9 Predator B. Davvero l’Italia ha bisogno di spendere altri 915 milioni di euro in armamenti? In due anni la spesa militare è lievitata a  23 miliardi di euro. Una cifra folle  e ingiustificata visto che non corriamo certo il rischio di un imminente conflitto militare.

Mentre dobbiamo fare i conti con una crisi economica dagli esiti incerti, pd e pdl, decidono di impegnare le già esigue finanze del paese per dieci anni in una corsa al riarmo senza precedenti. Negli ultimi due anni il governo Prodi ha speso in armamenti più del governo Berlusconi, nonostante la nostra ferma contrarietà.

Fare una scelta di parte – prosegue Deiana – significa anche scegliere di stare dalla parte di politiche di Pace e con chi la corsa agli armamenti e chiede il reimpiego di tali risorse a sostegno dei salari, per i giovani, per i servizi sociali.

Roma  5 marzo 2008

Share Button

Comments are closed.