Al via l’anno nuovo

Auguri
Chiamiamo futuro, scrive Marc Augé nel suo libro intitolato al tempo di domani,” questo presente in movimento, che è inafferrabile e sempre travolto dal tempo che passa”. Ma va bene così, ci siamo abituat@, ne abbiamo il senso e il sentimento. Che quel movimento sia pieno di cose positive, traguardi o desideri realizzati, affetti confermati, scoperte elettrizzanti e tutto il resto, è l’augurio che faccio a tutte e a tutti noi.
Poi auguro a Alexis Tsipras una vittoria sfolgorante, per la Grecia che amo e per l’Europa di cui non potrei fare a meno. Una vittoria sfolgorante, che pesi e dia forza ad Atene e alle proposte di Tsipras per l’Europa, e contribuisca a mettere spudoratamente in movimento un pensiero critico di sinistra, non conforme, alternativo all’imperante ricettario del malinconico conformismo neoliberista, che ingabbia il presente e blocca il futuro. Pensare insomma il futuro ed agirlo non come una faccenda soltanto individuale ma come qualcosa che riguarda il mondo, l’Europa, il nostro Paese, le giovani generazioni. Ciao e auguri per il 2015

Share Button